Al momento stai visualizzando Pompa di Calore: quali sono i vantaggi e come sceglierla

Pompa di Calore: quali sono i vantaggi e come sceglierla

Le pompe di calore costituiscono una tecnologia di riscaldamento e raffreddamento
altamente efficiente che sta guadagnando popolarità grazie ai suoi numerosi vantaggi in
termini di efficienza energetica, riduzione delle emissioni di gas serra e versatilità. In questo
articolo, esploreremo i vantaggi principali delle pompe di calore e forniremo una guida
dettagliata su come scegliere la pompa di calore giusta per le tue esigenze.

Come funziona una pompa di calore

Il funzionamento di una pompa di calore si basa sul principio di trasferimento del calore da
una sorgente fredda a una sorgente calda. Questo ciclo termodinamico è conosciuto come
ciclo di Carnot e avviene attraverso l’impiego di un fluido refrigerante.

Ecco in sintesi le fasi di funzionamento di una pompa di calore:

  1. Compressione del refrigerante: il ciclo inizia con il compressore, che comprime il
    fluido refrigerante gassoso. Questa compressione aumenta la temperatura del
    refrigerante.
  2. Scambio di calore con l’ambiente esterno: il refrigerante caldo viene inviato a un’unità
    esterna, chiamata evaporatore, che è esposta all’ambiente esterno (ad esempio,
    l’aria esterna o il suolo, a seconda del tipo di pompa di calore). In questa fase, il
    refrigerante assorbe il calore dall’ambiente esterno e si trasforma in un gas a bassa temperatura.
  3. Compressione e rilascio di calore: il gas a bassa temperatura viene nuovamente
    compresso nel compressore. Questa compressione fa aumentare notevolmente la
    temperatura del gas, che ora è diventato un gas ad alta temperatura.
  4. Scambio di calore con l’ambiente interno: il gas ad alta temperatura viene inviato
    all’unità interna, chiamata condensatore. In questa fase, il gas rilascia il calore
    assorbito precedentemente all’ambiente esterno all’interno dell’edificio, riscaldando
    l’aria o l’acqua.

Dopodiché, il fluido refrigerante viene fatto tornare all’evaporatore per ripetere il ciclo.
Questo processo continua finché la temperatura interna desiderata non è stata raggiunta.

In estate, il ciclo di una pompa di calore può essere invertito per fornire raffreddamento. Il
calore in eccesso all’interno dell’edificio viene assorbito dall’unità interna (condensatore) e
rilasciato all’ambiente esterno tramite l’unità esterna (evaporatore).

I vantaggi delle pompe di calore

✓ Efficienza energetica
Una delle caratteristiche distintive delle pompe di calore è la loro efficienza energetica.
Questi sistemi sfruttano l’energia presente nell’ambiente circostante per trasferire il calore,
riducendo significativamente il consumo di energia. Questo si traduce in risparmi energetici
significativi rispetto ai sistemi di riscaldamento tradizionali basati su combustibili fossili e li
rende una scelta ecologica per il riscaldamento e il raffreddamento.

✓ Riduzione delle emissioni di gas serra
Poiché le pompe di calore utilizzano l’energia elettrica per il loro funzionamento, producono
meno emissioni di gas serra rispetto ai sistemi di riscaldamento a gas o petrolio. Questo è
un passo importante verso la riduzione dell’impatto ambientale e il combattimento dei
cambiamenti climatici.

✓ Versatilità
Le pompe di calore possono essere utilizzate per riscaldare e raffreddare gli edifici, offrendo
una soluzione di climatizzazione tutto in uno. Questa versatilità è particolarmente utile in
regioni con ampie escursioni termiche durante l’anno, in quanto in grado di adattarsi alle
mutevoli esigenze termiche in modo efficiente.

✓ Costi operativi ridotti
Se si opta per una pompa di calore altamente efficiente, i costi operativi legati al
riscaldamento e al raffreddamento possono essere notevolmente ridotti nel tempo. Anche se
il costo iniziale di acquisto può essere più elevato rispetto a sistemi tradizionali, i risparmi
energetici a lungo termine che ne derivano possono compensare ampiamente l’investimento
iniziale.

✓ Lunga durata e maggiore affidabilità
Le pompe di calore, se correttamente installate e manutenute, hanno una durata di vita più
lunga rispetto ad alcuni sistemi tradizionali, grazie alla loro robustezza e affidabilità. Questa
durata prolungata può tradursi in risparmi ulteriori poiché non è necessario sostituire il
sistema frequentemente, offrendo un rapporto qualità-prezzo eccellente.

Guida all’acquisto

Scegliere la pompa di calore giusta è essenziale per massimizzare i benefici. Ecco alcuni
consigli da seguire:

1. Calcolo della dimensione
La dimensione della pompa di calore è uno degli aspetti più importanti da valutare. I nostri
esperti di Bessone Impianti calcoleranno la dimensione ottimale in base alla superficie e alle
esigenze dell’edificio in questione. È fondamentale che la pompa di calore sia dimensionata
correttamente per garantire un riscaldamento o raffreddamento efficace ed efficiente, in
quanto una dimensione errata potrebbe compromettere la funzionalità e l’adeguatezza del
sistema.

2. Efficienza energetica
I nostri addetti qualificati ti aiuteranno e sosterranno nella ricerca e nella selezione di una
pompa di calore con un alto coefficiente di prestazione (COP). Il COP misura l’efficienza
della pompa di calore nel trasferire il calore. Una valutazione accurata dell’efficienza
energetica da parte dei nostri operatori ti garantirà un minor impatto ambientale e costi
operativi ridotti.

3. Tipologia di pompa di calore
Esistono diversi modelli di pompe di calore, ognuno progettato per soddisfare esigenze
specifiche di riscaldamento, raffreddamento e produzione di acqua calda. I modelli di pompe
di calore più comuni includono:

  • Aria-Aria: utilizza l’aria esterna come sorgente di calore e come sorgente di
    raffreddamento. Sono comunemente usate nei sistemi di climatizzazione domestica.
    Possono riscaldare o raffreddare l’aria all’interno dell’edificio.
  • Aria-Acqua: utilizza l’aria esterna come sorgente di calore e trasferiscono il calore a
    un circuito di acqua, che può essere utilizzato per il riscaldamento di radiatori,
    pannelli radianti o la produzione di acqua calda sanitaria.
  • Acqua-Acqua: sfrutta l’acqua sotterranea, un fiume o un lago come fonte di calore o
    raffreddamento. Sono spesso utilizzate in applicazioni commerciali e industriali e
    richiedono una fonte d’acqua appropriata nelle vicinanze.
  • Geotermiche: questo tipo di pompa di calore utilizza il calore presente nel suolo,
    nelle rocce o nell’acqua sotterranea come fonte di energia termica. Sono altamente
    efficienti ma richiedono un’installazione specifica e costosa, quindi sono spesso
    utilizzate in edifici commerciali o residenziali di alta gamma.
  • ad Assorbimento: utilizza un processo di assorbimento per trasferire il calore. Sono
    spesso alimentate da gas, e possono essere utilizzate in applicazioni industriali o
    commerciali, nonché per la produzione di acqua calda sanitaria.
  • ad Espansione Diretta (DX): queste pompe di calore sono spesso utilizzate in
    sistemi di raffreddamento e climatizzazione. Utilizzano un ciclo di refrigerazione per
    rimuovere il calore dall’ambiente interno e lo rilasciano all’esterno.
  • Adiabatiche: questi modelli utilizzano un processo di evaporazione e condensazione
    per trasferire il calore tra l’aria e un fluido refrigerante. Sono spesso utilizzati in
    sistemi di climatizzazione e possono essere altamente efficienti.

Oltre ai diversi tipi di pompe di calore, i modelli variano anche in base alle dimensioni,
all’efficienza energetica, alla capacità di riscaldamento e raffreddamento, alle caratteristiche
di controllo e alle opzioni di installazione. La scelta del modello più adatto dipende dalle
esigenze specifiche dell’applicazione e delle condizioni locali, nonché dal budget disponibile.
Il team di Bessone saprà consigliarti la tipologia più adatta alle tue esigenze e alle condizioni
climatiche locali.

4. Installazione professionale
L’installazione della pompa di calore deve essere sempre eseguita da tecnici qualificati.
Una corretta installazione è essenziale per garantire il corretto funzionamento e l’efficienza
del sistema.

5. Manutenzione regolare
Pianifica una manutenzione periodica e regolare della pompa di calore, in modo tale da non
dimenticartene. Questo assicurerà che il sistema rimanga in ottime condizioni di
funzionamento nel corso degli anni, evitando guasti inattesi e contribuendo a prolungarne la
durata.

6. Costi totali
Per attuare questo tipo di investimento, è necessario valutare sia il costo iniziale di acquisto
che i costi operativi a lungo termine. Le pompe di calore più efficienti possono richiedere un
investimento iniziale più alto, ma i risparmi energetici a lungo termine solitamente
compensano questa spesa.

7. Incentivi governativi
Fino al 31 dicembre 2023 sarà possibile godere delle detrazioni previste da Bonus
ristrutturazione 50% ed Ecobonus pompe di calore al 65%:
Bonus ristrutturazione 50%, se l’acquisto del dispositivo rientra in un contesto di
ristrutturazione edilizia, disciplinata dall’art.16-bis del Dpr 917/86 con possibilità di
detrazione fino ad un massimo di 10 quote annuali;
Ecobonus 65%, viene riconosciuto invece per le spese sostenute in caso di
sostituzione di impianti di riscaldamento e produzione di acqua calda sanitaria con impianti
dotati di pompa di calore o di scaldabagno in pompa di calore, oppure ancora di sistemi di
riscaldamento ibridi (ad esempio, caldaia a condensazione abbinata a pompa di calore).
Questa seconda detrazione spetta anche senza interventi di ristrutturazione.

Nell’ambito degli incentivi rientra anche la detrazione prevista dall’ex-Superbonus o
Ecobonus 90%. L’agevolazione ha subito un abbassamento dell’aliquota, che scende dal
110% al 90% e viene concessa solo quando gli interventi apportati determinano un aumento
di 2 classi dell’efficienza energetica dell’edificio, certificato dall’Attestazione di Prestazione
Energetica (APE). In alcuni casi, per poter beneficiare dell’Ecobonus pompa di calore al
90%, potrebbe essere necessario che l’installazione del generatore avvenga
contestualmente ad altri interventi edilizi, cosiddetti trainanti (ad esempio, interventi di
isolamento termico dell’edificio).

Nel dettaglio, l’agevolazione è prevista:
➢ nel caso di edifici unifamiliari o assimilati, per interventi di sostituzione degli impianti
di climatizzazione invernale esistenti con impianti dotati di dispositivi in pompa di
calore o sistemi ibridi, collettori solari per la produzione di acqua calda destinati alla
climatizzazione invernale ed estiva (nel caso di pompe di calore reversibili) e alla
produzione di acqua calda sanitaria, scaldabagni in pompa di calore in sostituzione di
scaldacqua tradizionali;

➢ nel caso di parti comuni di edifici plurifamiliari, per interventi di isolamento termico o
per la sostituzione di impianti esistenti con impianti centralizzati dotati di pompe di
calore, sistemi ibridi, collettori solari per la produzione di acqua calda destinati alla
climatizzazione invernale ed estiva (nel caso delle pompe di calore reversibili) e alla
produzione di acqua calda sanitaria.

In conclusione, le pompe di calore offrono numerosi vantaggi, tra cui l’efficienza energetica,
la riduzione delle emissioni, la versatilità e i costi operativi ridotti. Per scegliere la pompa di
calore giusta, è importante affidarsi agli esperti del settore, che sapranno calcolare le
dimensioni in modo accurato, valutare l’efficienza energetica, considerare il tipo di pompa di
calore e ti assicureranno un’installazione professionale.

Clicca qui per contattarci!