Al momento stai visualizzando Sistemi di riscaldamento ibridi: uno sguardo verso il futuro

Sistemi di riscaldamento ibridi: uno sguardo verso il futuro

  • Categoria dell'articolo:Uncategorized

Gli impianti di riscaldamento ibridi forniscono una soluzione innovativa che combina diverse
tecnologie per massimizzare l’efficienza e ridurre i costi energetici. Questi sistemi integrano
due o più fonti di calore, spesso una pompa di calore e una caldaia a gas o un sistema di
riscaldamento tradizionale, per sfruttare i vantaggi di ciascuna tecnologia in base alle
condizioni esterne e alle esigenze termiche dell’edificio. In questo articolo si cercherà di
approfondire i vantaggi e le caratteristiche degli impianti di riscaldamento ibridi.

Come opera un sistema di riscaldamento ibrido?

I sistemi ibridi sono costituiti da due generatori di calore alimentati da fonti energetiche
diverse: una pompa di calore, che sfrutta energia elettrica insieme all’energia proveniente
da una fonte rinnovabile esterna, e una caldaia a condensazione, che utilizza combustibili
fossili come gas o gasolio.

Il meccanismo di regolazione decide dinamicamente quale generatore di calore attivare o se
utilizzare entrambi, basandosi sul fabbisogno energetico dell’abitazione in un preciso
momento e sulle condizioni esterne, senza tralasciare i costi associati al combustibile fossile
impiegato e all’elettricità. Inoltre, è possibile integrare l’energia solare, sia attraverso
sistemi solari termici per la produzione di acqua calda che tramite un impianto fotovoltaico,
promuovendo l’autoconsumo di energia elettrica pulita.
In particolare:
➢ Temperature invernali miti: solo la pompa di calore è attiva, poiché è particolarmente
efficiente in queste condizioni.
➢ Temperature rigide: la pompa di calore riceve parte del calore necessario dalla
caldaia a condensazione.
➢ Temperature molto rigide: è solo la caldaia a condensazione ad agire per garantire la
temperatura desiderata dell’acqua e soddisfare la richiesta di riscaldamento.

Vantaggi

Massimizzazione dell’efficienza: gli impianti di riscaldamento ibridi sono progettati
per sfruttare al massimo l’efficienza di ciascuna tecnologia. Le pompe di calore sono
estremamente efficienti a temperature moderate, mentre una caldaia a gas può
essere più conveniente in condizioni di freddo estremo. L’ibridazione permette di
utilizzare la tecnologia più adatta in ogni momento.

Riduzione dei costi energetici: grazie all’ottimizzazione dell’uso delle diverse fonti
di calore, gli impianti ibridi possono ridurre i costi energetici complessivi. Inoltre, la
flessibilità di utilizzo delle pompe di calore può consentire di beneficiare di tariffe
energetiche più basse in determinati momenti.

Flessibilità operativa: gli impianti ibridi possono essere configurati in vari modi per
soddisfare le esigenze specifiche. Ad esempio, è possibile utilizzare la pompa di
calore come principale fonte di calore con la caldaia a gas come supporto, o
viceversa.

Riduzione delle emissioni: poiché le pompe di calore sono più ecologiche e a
basse emissioni rispetto alle caldaie a gas, l’utilizzo combinato di queste tecnologie
contribuisce a ridurre le emissioni di gas serra.

Comfort termico continuo: gli impianti di riscaldamento ibridi assicurano un comfort
termico costante poiché possono commutare tra le fonti di calore in modo automatico
e regolare la temperatura desiderata.
Inoltre, un sistema ibrido con pompa di calore può essere sfruttato anche nella
stagione estiva, in quanto ha la possibilità di provvedere anche al raffrescamento
dell’abitazione,

Caratteristiche dei sistemi di riscaldamento ibridi

Controllo avanzato: gli impianti ibridi sono dotati di sistemi di controllo sofisticati che
monitorano costantemente le condizioni esterne e interne per determinare quale
fonte di calore utilizzare. Questi controlli possono essere programmati in base alle
preferenze e alle esigenze dell’utente.

Compatibilità e integrabilità: gli impianti ibridi possono essere integrati con i sistemi
di riscaldamento esistenti e sono compatibili con una varietà di tecnologie, tra cui
pompe di calore ad aria, pompe di calore geotermiche, caldaie a gas e sistemi solari
termici.

Manutenzione: la manutenzione periodica è importante per garantire il corretto
funzionamento degli impianti ibridi. È necessario prestare attenzione sia alle
componenti della pompa di calore che a quelle della caldaia a gas o di altri sistemi di
backup.

Costi iniziali: gli impianti di riscaldamento ibridi possono avere costi iniziali più
elevati rispetto ai sistemi di riscaldamento tradizionali. Tuttavia, i risparmi energetici a
lungo termine possono compensare questo investimento.

Sistemi ibridi Buderus

Bessone è partner ufficiale di Buderus, che – forte della sua consolidata esperienza nel
campo del riscaldamento – presenta soluzioni ibride all’avanguardia:

Generatori ibridi per libero abbinamento
Questo sistema ibrido riscalda l’acqua dell’impianto, e per la produzione di acqua
calda sanitaria è necessario aggiungere un serbatoio esterno, eventualmente
abbinato a collettori solari termici. Questa opzione è particolarmente indicata per
abitazioni che dispongono di spazi dedicati per impianti tecnici e per la sostituzione di
impianti che già prevedono un serbatoio per l’acqua calda.

Generatori ibridi combinati
In questo caso, l’acqua calda sanitaria è prodotta dal sistema ibrido, di solito
attraverso la caldaia. Ciò semplifica l’installazione nelle abitazioni con spazi ridotti.

Gli impianti di riscaldamento ibridi rappresentano quindi una soluzione efficiente e flessibile
per il riscaldamento degli edifici. La scelta del sistema ibrido più adatto dipende dalle
esigenze specifiche e dalle condizioni climatiche locali. I nostri professionisti, esperti nella
progettazione e installazione di questi sistemi, possono aiutarti a trovare la soluzione
migliore per la tua situazione.

Per maggiori informazioni, è possibile chiamare il numero +39 011 9813458 o scrivere
tramite il modulo sul nostro sito web.