Al momento stai visualizzando Strategie per aumentare l’efficienza e la classe energetica nella tua abitazione

Strategie per aumentare l’efficienza e la classe energetica nella tua abitazione

Con il crescente costo dell’energia e la crescente consapevolezza ambientale, diventa sempre più importante rendere le case più efficienti dal punto di vista energetico, al fine di ridurre l’impatto ambientale ma anche limitare i costi delle bollette. 

L’Unione Europea ha posto al centro della sua agenda la realizzazione della “Direttiva green” sulle abitazioni: questo progetto mira a migliorare le prestazioni energetiche degli edifici residenziali, tra cui molti in Italia che risalgono al boom edilizio degli anni Sessanta e Settanta, privi di normative sul risparmio energetico. Dati dell’Associazione Nazionale dei Costruttori evidenziano che circa il 73% del patrimonio immobiliare residenziale italiano necessita di riqualificazione energetica, con la maggior parte degli edifici classificati come energeticamente inefficienti (classi E, F e G). Uno degli obiettivi primari della direttiva è dunque il raggiungimento della classe energetica D entro il 2033 per gli edifici residenziali. Tale iniziativa rappresenta un impegno tangibile nell’affrontare il problema del riscaldamento globale e nell’adottare soluzioni concrete per ridurre l’impatto ambientale degli edifici. Tuttavia, migliorare l’efficienza energetica delle abitazioni non solo contribuirà a ridurre l’impatto ambientale, ma può anche rappresentare un investimento vantaggioso, grazie a detrazioni fiscali previste per legge, risparmio nei costi di gestione e aumento del valore dell’immobile.

In questo articolo troverai alcuni consigli da parte di Bessone Impianti per aumentare l’efficienza energetica della tua abitazione, migliorarne la classe energetica e aiutare così l’ambiente!

La classe energetica degli edifici

La classe energetica di un edificio è il risultato della valutazione delle sue prestazioni energetiche. È un concetto fondamentale nel settore immobiliare, evidenziato dall’obbligo di presentare l’attestato di prestazione energetica (APE) come parte dei documenti necessari per la compravendita di un immobile. Questo documento certifica il livello di efficienza energetica dell’edificio, cioè quanta energia consuma, utilizzando le classi energetiche come parametro.

La valutazione delle prestazioni energetiche dipende da diversi fattori, tra cui:

  • isolamento termico dell’abitazione;
  • qualità degli infissi;
  • efficienza degli impianti di riscaldamento, raffreddamento e produzione di acqua calda sanitaria;
  • aspetti strutturali e tecnici dell’edificio.

Una volta completata la valutazione, all’edificio viene associato un consumo medio annuo di energia (kWh/m²anno), che determina la sua specifica classe energetica.

Le classi energetiche vanno dalla G, che identifica gli edifici meno efficienti e privi di interventi per il risparmio energetico, fino alla classe A, suddivisa in quattro sottoclassi (A4, A3, A2, A1), che rappresenta il massimo grado di efficienza energetica. In questa classe, sono stati adottati tutti i possibili accorgimenti per migliorare l’efficienza, come sistemi di riscaldamento ad alta efficienza, impianti fotovoltaici, cappotti termici avanzati e impiantistica di alto livello.

Fonti rinnovabili

L’installazione di un sistema di produzione di energia da fonti rinnovabili o l’integrazione di un sistema fotovoltaico con un generatore di nuova generazione, come una pompa di calore, rappresenta un ottimo miglioramento dell’efficienza energetica della tua abitazione. 

Sistema di riscaldamento e raffreddamento efficiente

Gli impianti di riscaldamento e raffreddamento rappresentano una parte importante del consumo energetico di una casa. Scegli sistemi ad alta efficienza energetica, come pompe di calore o caldaie a condensazione, e assicurati che siano regolarmente manutenuti per garantire un funzionamento ottimale.

Isolamento termico efficace e sostituzione degli infissi

Un buon isolamento è fondamentale per ridurre la dispersione di calore durante l’inverno e l’ingresso di calore durante l’estate, in particolare attraverso superfici opache come tetti, pareti e solai, ma anche pavimenti. Il principale intervento è l’applicazione del cappotto termico, che prevede l’aggiunta di uno strato di materiale isolante alle pareti già esistenti dell’edificio.

Anche finestre e porte possono essere fonte di dispersione di calore, quindi è necessario considerare la sostituzione di infissi datati con l’installazione di vetri doppi o tripli e guarnizioni. I nuovi serramenti sono realizzati con materiali isolanti e vetro trattato superficialmente per renderlo basso-emissivo.

Sostituzione impianti

La sostituzione degli impianti esistenti, come ad esempio la caldaia, rappresenta un passo significativo per migliorare l’efficienza energetica della propria abitazione. La qualità e l’efficienza degli impianti di riscaldamento, raffrescamento e produzione di acqua calda hanno un impatto rilevante sulla classe energetica dell’edificio. Ad esempio, sostituire una vecchia caldaia autonoma con una caldaia di ultima generazione a condensazione non solo comporta un immediato risparmio sulle bollette energetiche, ma contribuisce anche a ridurre i consumi energetici valutati per la classe energetica complessiva dell’abitazione.

Automazione domestica

L’automazione domestica può aiutare a ottimizzare l’uso dell’energia nella tua casa. Utilizza termostati intelligenti per regolare automaticamente la temperatura in base agli orari e alle tue preferenze, e installa sensori di movimento per controllare l’illuminazione in modo efficiente, accendendola solo quando necessario.

Utilizzo di elettrodomestici ad alta efficienza energetica e riduzione degli sprechi

Gli elettrodomestici rappresentano una parte significativa del consumo energetico di una casa. Scegli elettrodomestici con etichetta energetica di classe A o superiore, che consumano meno energia durante il loro utilizzo. Inoltre, considera l’utilizzo di elettrodomestici intelligenti che possono essere programmati per funzionare durante gli orari di basso consumo energetico.

Sii consapevole dei comportamenti che possono portare a sprechi di energia: spegni le luci quando non servono, stacca gli apparecchi elettronici dalla presa quando non sono in uso e usa l’acqua calda con parsimonia. Anche piccoli cambiamenti nelle abitudini quotidiane possono fare la differenza nel ridurre il consumo energetico complessivo della tua casa.

Audit energetico

Puoi considerare di far valutare la tua casa da un professionista, tramite un audit energetico. Questo ti fornirà informazioni dettagliate sulle aree in cui puoi migliorare l’efficienza energetica e ti aiuterà a pianificare interventi mirati per ottimizzare il consumo energetico della tua abitazione.

Aumentare l’efficienza energetica e migliorare la classe energetica della tua casa non solo ti permetterà di risparmiare denaro sulle bollette energetiche, ma contribuirà anche a ridurre l’impatto ambientale della tua abitazione. Investire in soluzioni energetiche sostenibili non è solo un vantaggio per te, ma anche per l’ambiente e per le generazioni future.

Sul nostro blog trovi tante curiosità su sistemi di riscaldamento e raffreddamento, pannelli solari e fotovoltaici e utilizzo di energie rinnovabili! Per ulteriori informazioni, preventivi o soluzioni personalizzate, non esitare a contattarci!